ANSAcom

Caviro: vino sostenibile con meno emissioni ed energia green

Bilancio Sostenibilità, risparmiate 82mila tonnellate di Co2

Milano ANSAcom

Ottantadue mila tonnellate di CO2 di origine fossile risparmiate all’ambiente, equivalenti alla capacità di assorbimento di una foresta di 19.000 ettari, un’estensione superiore alla città di Milano. È uno dei principali risultati raggiunti dal gruppo cooperativo Caviro, grazie all’energia e ai biocarburanti prodotti dal gruppo stesso attraverso l’utilizzo di risorse rinnovabili. Emerge dal secondo Bilancio di Sostenibilità di Caviro, la più grande cantina d'Italia, che produce il 9% di tutta l’uva nazionale e rappresenta 12.400 viticoltori in sette regioni.
Snocciolando i numeri del Bilancio, spicca la totale autosufficienza energetica: il 100% di energia elettrica utilizzata dal gruppo è verde, autoprodotta da fonti rinnovabili, certificata con garanzia d’origine dal Gse e distribuita tramite il consorzio risorse energetiche. Inoltre il gruppo ha una quota di recupero e valorizzazione degli scarti pressoché totale (più del 99%), oltre a 555 mila tonnellate annue di scarti agroindustriali processati. “E’ un traguardo importante”, commenta il presidente, Carlo Dalmonte, evidenziando che lo sviluppo sostenibile “è un concetto insito nel dna di Caviro, derivante dalla sua configurazione fondante di Cooperativa: al centro non c’è solo la massimizzazione del profitto, ma anche e soprattutto le persone e la volontà di assicurare il soddisfacimento dei loro bisogni senza compromettere quelli delle generazioni future”. Fondato a Faenza (RA) nel 1966, il gruppo cooperativo è oggi “un punto di riferimento per la sostenibilità nel settore vitivinicolo italiano e non solo”, grazie a un modello di economica circolare completo, “Dalla Vigna alla Vigna”, che punta a eliminare il concetto di scarto a partire dalla vigna, dove ogni materia prima viene considerata una risorsa preziosa, lavorata e trasformata in un nuovo ingrediente naturale da rimettere in circolo. Nella campagna vitivinicola 2019-2020 si sono trasformate 73.000 tonnellate di vinaccia e 24.000 tonnellate di feccia in prodotti nobili.
Valorizzare ogni risorsa per disegnare un futuro migliore e più responsabile è l’obiettivo che Caviro persegue secondo tre direttive: ecologica, economica ed etica. Sostenibilità Ecologica perché il modello virtuoso di economia circolare determina grandi benefici sul territorio; Sostenibilità Economica perché i bilanci del Gruppo riflettono solidità e consentono progetti a lunga scadenza; Sostenibilità Etica perché gli effetti dell’impegno del Gruppo si riverberano positivamente sull’indotto di tutta la filiera e sulle comunità.
Il Bilancio di Sostenibilità è anche l’occasione per presentare ufficialmente “Innesti”, il progetto editoriale digitale promosso da Caviro, che vuole raccontare il meglio della sostenibilità a 360°. Nel terzo numero, in uscita il 18 marzo, si parla di “Visioni” e, di conseguenza, di visionari, di grandi slanci, delle idee e dei sogni. Un numero che omaggia le molle del cambiamento, le immaginazioni che hanno avuto un ruolo attivo, offerto soluzioni, risolto problemi, definito buone pratiche. I protagonisti sono donne e uomini che hanno avuto un’intuizione e la capacità di vedere lontano, superando gli ostacoli per individuare nuove strade.

https://www.innesti.com/

In collaborazione con:
CAVIRO

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie