Migranti: Oim, quasi 1000 morti nel Mediterraneo in 2018

Oltre 650 vittime sulle rotta tra Africa del nord e Italia

01 luglio, 17:23

NUOVO NAUFRAGIO IN LIBIA, 100 DISPERSI. BRACCIO DI FERRO ONG NUOVO NAUFRAGIO IN LIBIA, 100 DISPERSI. BRACCIO DI FERRO ONG

GINEVRA - Sfiora quota mille il numero di migranti e rifugiati morti nel Mediterraneo dall'inizio dell'anno. Secondo gli ultimi dati resi noti oggi a Ginevra dall'Oim, l'Agenzia delle Nazioni Unite per la migrazione, dall'inizio dell'anno al 27 giugno scorso, 972 uomini, donne e bambini hanno perso la vita mentre tentavano di raggiungere l'Europa via mare. Di questi 653 sono deceduti sulla rotta del Mediterraneo centrale tra l'Africa del nord e l'Italia.
Il dato sulle vittime nel 2018 è pari a meno della metà dei morti segnalati nello stesso periodo del 2017 (erano 2.172), indica una tabella dell'Oim. Rispetto all'anno scorso anche il numero di arrivi è in calo. L'Oim riferisce infatti che dal primo gennaio scorso al 27 giugno, un totale di 44.957 migranti e rifugiati sono giunti in Europa via mare, di cui circa il 38% in Italia (16.566) ed il resto diviso tra Grecia (13.157) e Spagna (14.953). Un numero ridotto di arrivi è inoltre segnalato a Cipro e Malta (rispettivamente 47 e 234 migranti).
Nello stesso periodo dell'anno scorso, il totale degli sbarchi era di 94.986 e di 230.230 nel 2016.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo