Magna Graecia festival, premiata Laetitia Eido

'Scioccata da Beirut, arte deve portare sollievo'

07 agosto, 12:56

(ANSAmed) - ROMA, 07 AGO - Laetitia Eido, premiata al Magna Graecia Film Festival con la Colonna d'Oro per le serie tv, attrice della fiction Fauda e nel prossimo film di Terrence Malik sulla vita di Gesù, nel ruolo di Anna, la mamma di Maria di Nazareth, parla a tutto campo, dalla drammatica cronaca di questi giorni al suo lavoro di attrice.

Franco-libanese, sull'esplosione di Beirut dice: "Sono rimasta scioccata, è una tragedia gigantesca, amo la città di beirut e sono vicina a tutte le famiglie e e persone che soffrono per questa tremenda disgrazia. Una delle ragioni per cui ho accettato di essere presente a questo festival è che penso che l'arte e gli artisti abbiano il dovere morale di dare un sollievo, anche minimo, di far vedere al pubblico che ci siamo e che l'arte può far superare le crisi, che siano l'emergenza Covid o una tragedia come questa di Beirut" Sul suo personaggio nella serie tv Fauda spiega: "Prima di accettare il ruolo ho voluto modificare il personaggio, rendendolo franco-palestinese, per darle questa doppia provenienza culturale che lo rende non univoco dal punto di vista politico-culturale. Un personaggio di donna forte, emancipata e di potere, come sono tante donne di cui si parla poco e che poco si vedono sul grande schermo. Ruoli ancor più rari se si tratta di donne mediorientali, ma che nella vita reale esistono eccome!". "Ho nel dna famigliare tre religioni: ebrea, cattolica e musulmana, sono quindi empatica con tutte le sensibilità religiose e questo mi aiuta nel mio lavoro di attrice" "Amo il cinema italiano - dice ancora Eido - lo seguo sempre con grande interesse e non nascondo che mi piacerebbe lavorare con alcuni dei vostri registi più bravi e famosi, da Paolo Sorrentino a Matteo Garrone, ma anche le sorelle Rohrwacher, sarei molto curiosa di sapere come sia essere diretta da Michele Placido, ospite anche lui qui a Catanzaro al Magna Graecia Film Festival e regista de Il cecchino, con Daniel Auteuil, attore con cui condividerò il set la settimana prossima. Per me il cinema italiano è Federico Fellini e La dolce vita, è la Cardinale e la Magnani, è Anouk Aimee ne La dolce vita, a cui mi ispiro e a cui mi dicono assomiglio" (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo