Ministro Tunisia,'serve sicurezza per tutelare beni cultura'

Elloumi, 'patrimonio distrutto a Palmira, Aleppo, Yemen'

14 maggio, 18:51

(ANSAmed) - FIRENZE, 14 MAG - "Un pensiero di solidarietà a tutti questi popoli che vedono il loro patrimonio distrutto in questi giorni, in cui vediamo pezzi interi di patrimonio dell'umanità distrutti dal vandalismo, penso a Palmira, ad Aleppo, nello Yemen o in altri Paesi dove ci sono conflitti".

Lo ha dichiarato Selma Elloumi, ministro tunisino al turismo, intervenendo a un convegno a Firenze. "Noi vogliamo alzare in alto la bandiera della pace e della sicurezza - ha proseguito - per salvare i nostri patrimoni dai pericoli che li minacciano".

Secondo Elloumi, infatti, il patrimonio storico e culturale "rimane in tempi di pace e di guerra un filo rosso che rappresenta il genio dei popoli, e quando questo punto di riferimento importante scompare non è più possibile il dialogo, è proprio un elemento di civiltà che dobbiamo salvare, sviluppare e amare". Il ministro ha osservato che "dappertutto nel mondo altri conflitti nascono, mettono in pericolo la civiltà, e la maggior parte di questi conflitti esprime la follia dell'uomo quando si trasforma in un essere fanatico con una visione nera del futuro", mentre invece "dobbiamo ritrovare l'altro in noi stessi, e mi sembra quello che devono fare tutti i popoli intorno al Mediterraneo". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo