Israele: 9 aziende venete a Conferenza cybersicurezza

'Opportunità per migliorare prodotti e processi produttivi'

16 novembre, 12:20

Skyline in Tel Aviv [ARCHIVE MATERIAL 20180807 ] Skyline in Tel Aviv [ARCHIVE MATERIAL 20180807 ]

TEL AVIV - Un'opportunità per approfondire i principali temi legati "alla cybersicurezza, alle sue applicazioni nel settore civile e alle possibili soluzioni per il miglioramento dei prodotti e dei processi produttivi".
Così 9 aziende venete, guidate da Confindustria Venezia e Rovigo e coordinate dal Nuovo Centro Estero delle Camere di Commercio del Veneto, hanno definito la propria partecipazione alla Conferenza 'HLS&Cyber 2018', che si è chiusa a Tel Aviv, una delle maggiori del settore. Fra le attività previste per l'approfondimento di queste tematiche - è scritto in un comunicato - gli incontri fra aziende italiane e israeliane organizzati dall'Ufficio Ice-Agenzia di Tel Aviv. La missione - è stato spiegato - si inserisce nell'accordo fra la Camera di Commercio Venezia Rovigo, il Nuovo Centro Estero delle Camere di Commercio del Veneto e l'ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, che incoraggia una collaborazione sempre maggiore fra imprese e istituzioni, per la crescita del Made in Italy all'estero.
"Molte aziende - ha detto Paolo Armenio, Presidente della Sezione Terziario Avanzato di Confindustria Venezia Rovigo - ritengono la sicurezza digitale e la gestione delle minacce attività non rilevanti o fuori della loro portata. Gli appuntamenti di questi giorni sono fondamentali perché ci danno l'opportunità di imparare le 'best practices' dai partner israeliani, punto di riferimento a livello mondiale sulle soluzioni per la gestione del rischio. Queste attività ci proiettano nel futuro, mostrando soluzioni altamente innovative applicabili anche alle nostre aziende".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo