Primavere arabe: i leader di domani studiano in Italia

Ad Arezzo giovani da Tunisia, Libia, Egitto per 'Sponda Sud'

09 luglio, 13:01

(ANSAmed) - ROMA, 9 LUG - Vengono da Egitto, Libia, Tunisia; sono giovani professionisti che hanno voglia di impegnarsi per il proprio Paese. Questo e' il target a cui si rivolge 'Sponda Sud', progetto triennale di alta formazione intensiva messo a punto dall'associazione Rondine Cittadella della pace ad Arezzo. ''Le giovani generazioni della Sponda sud del Mediterraneo - si legge nel comunicato stampa di presentazione dell'iniziativa - oggi sono chiamate a sviluppare rapidamente una piena consapevolezza dei cambiamenti socio-politici che stanno investendo i loro Paesi e a proporre una nuova leadership in grado di mantenere la stabilita' basata sui principi della democrazia''. Lo slogan dell'associazione, del resto, parla chiaro: ''Scegliamo giovani che rifiutano la guerra per diventare i leader di domani''. Il programma, replicato per il secondo anno, sara' presentato il 12 luglio a partire dalle 10.30, presso la Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo, che lo sponsorizza insieme al Comune e alla banca Etruria. Durante la giornata si parlera' di quanto sta accadendo oggi nei Paesi toccati dalle 'primavere arabe', affrontando temi come la crisi finanziaria e lo stato dell'arte della transizione democratica. Interverranno rappresentanti del mondo accademico, politico, religioso, tra cui: Franco Rizzi, fondatore di Unimed (rete delle universita' del Mediterraneo); Farida Allaghi, dell'Agfund (fondo del Golfo Arabo per lo sviluppo); il direttore generale per gli affari politici e la sicurezza del ministero degli Esteri, Sandro De Berardin; Tana De Zulueta, presidente del comitato italiano dell'Unrwa, l'agenzia Onu che si occupa dei rifugiati palestinesi. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo