Siria: ong, Isis prende controllo giacimento gas vicino a Palmira

Offensiva da più fronti. 23 guardie uccise, altre ferite o catturate.

17 luglio, 20:07

Un impianto di estrazione del gas (archivio) Un impianto di estrazione del gas (archivio)

(ANSAmed) - BEIRUT - I miliziani dello Stato islamico si sono impadroniti oggi di un impianto di estrazione di gas siriano vicino al sito archeologico di Palmira, uccidendo 23 guardie e catturando un numero imprecisato di loro colleghi e altre guardie. Ne da' notizia l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus).

Il campo di Al Shaer, nella provincia di Homs, e' stato catturato con un'offensiva lanciata dai miliziani da varie direzioni. Secondo l'ong, con sede a Londra ma che dispone di una vasta rete di informatori in Siria, e' incerta la sorte di decine di altre guardie, soldati e membri delle forze di difesa lealiste. Molti di loro sarebbero rimasti feriti o prigionieri. Altri 30 sono invece riusciti a fuggire nel vicino campo di Jehar.
A presidiare la struttura erano circa 340 paramilitari. 


Sempre nella provincia di Homs, intensi combattimenti sono segnalate tra forze lealiste e miliziani islamici del Fronte al Nusra, legato ad Al Qaida, intorno alla cittadina di Om Sharshuh. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo