Migranti: allarme Ong,pericolo per bambini da nuove norme Ue

Appello da Unicef, Oim, Save Children e altre associazioni

03 marzo, 14:26

(ANSAmed) - ROMA, 3 MAR - Le "nuove politiche di rimpatrio dell'Unione Europea mettono in pericolo i bambini". E' l'allarme lanciato dalle agenzie delle Nazioni Unite e dalle organizzazioni per i diritti dell'infanzia che mettono sotto accusa i "rimpatri rapidi": Unicef, Oim, Ohchr, End immigration, Detention of children, Save the children, International detention coalition, Picum.

Ieri, ricordano le ong, la "Commissione europea ha adottato sia una Raccomandazione che un Piano d'Azione rinnovato per gli Stati membri dell'Unione europea, da tenere in considerazione per le (loro) procedure di rimpatrio - di uomini, donne e bambini che soggiornano irregolarmente nell'UE - verso i paesi di origine o di transito. Incoraggia gli Stati membri a effettuare rimpatri rapidi, che vanno a limitare tutele di base e diritti, che dovrebbero essere garantiti a tutti i migranti, anche nei casi in cui siano coinvolti i bambini. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo