Migranti: Serbia,sono quasi 800 i minorenni non accompagnati

Unicef, 'garantire loro istruzione per sottrarli a violenze'

19 maggio, 09:32

(ANSAmed) - BELGRADO, 19 MAG - Sui circa 7 mila migranti che si trovano attualmente in Serbia quasi 800 sono minorenni non accompagnati, e le autorita' di Belgrado sono impegnate a fare in modo che ai bambini-migranti venga garantita una qualche protezione. "La Serbia e' l'unico Paese europeo sulla rotta balcanica che ha emanato una direttiva per tutti gli operatori sociali affinche' ogni migrante minorenne abbia una persona che si prenda cura di lui, e si sappia al tempo stesso quale sia il centro di assistenza al quale il minorenne faccia capo", ha detto il viceministro del lavoro e affari sociali Nenad Ivanisevic. Parlando a una riunione a Subotica (nord della Serbia al confine con l'Ungheria) dedicata agli aspetti sociali della crisi dei migranti, Ivanisevic ha precisato che circa 6 mila migranti sono ospitati nei centri di accoglienza in Serbia, oltre 700 restano in giro per il Paese. Quasi 800 sono i migranti-minorenni senza accompagnamento. Secondo Michel Saint-Lot, capo della rappresentanza Unicef in Serbia, circa 3.200, pari a quasi la meta' di tutti i migranti in Serbia, sono minorenni. E di essi quasi uno su tre non e' accompagnato. "Sono davvero tanti", ha detto Saint-Lot che ha denunciato i gravi pericoli che corrono tali bambini-migranti esposti a ogni tipo di violenza, abuso, sfruttamento anche sessuale. "E' di estrema importanza garantire che tali bambini abbiano accesso all'istruzione, in modo da sottrarli a tali pericoli", ha detto il rappresentante dell'Unicef. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo