Cisgiordania: media, adolescente ucciso in scontri

Esercito israeliano teme rapimento soldati

11 gennaio, 18:35

(ANSAmed) - TEL AVIV, 11 GEN - Un ragazzo palestinese di 16 anni è stato colpito a morte dal fuoco di militari israeliani durante scontri avvenuti oggi nel villaggio di Iraq Burin, presso Nablus, in Cisgiordania. La notizia, riferita dall'agenzia di stampa Maan, non ha ancora conferma in Israele. La Maan aggiunge che aveva 16 anni anche il ragazzo palestinese rimasto ucciso in precedenza in scontri con l'esercito ai margini della Striscia di Gaza.

Intanto l'esercito israeliano ha elevato in Cisgiordania l'allerta nel timore di rapimenti di soldati. Lo ha riferito la radio militare secondo cui - mentre prosegue la caccia alla cellula che due giorni fa ha ucciso presso Nablus un rabbino sparando da un'auto in corsa - i soldati in servizio nella zona hanno avuto ordine di essere oltremodo vigili mentre si trovano ai bordi delle strade in attesa di un passaggio. I soldati hanno avuto ordine di tenersi pronti in ogni momento ad aprire il fuoco e di non accettare in alcun caso passaggi da sconosciuti. Secondo la stampa e' probabile che l'attentato sia stato compiuto da una cellula clandestina legata a Hamas. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo