Siria: curdi, migliaia di civili in fuga da Afrin

'Crimini di guerra da Ankara'. Che sarebbe a 1,5 km da città

12 marzo, 16:54

(ANSAmed) - ISTANBUL, 12 MAR - Migliaia di persone sono in fuga dall'enclave curdo-siriana di Afrin, sotto l'attacco della Turchia da oltre 50 giorni.

La popolazione civile è diretta verso le zone sotto il controllo governativo siriano nella provincia di Aleppo, secondo quanto riferito da un portavoce dei curdi del Pyd - il cui braccio armato Ypg controlla il centro di Afrin -, che accusa Ankara di commettere "crimini di guerra". Secondo media turchi, la popolazione in fuga è diretta anche verso Manbij e altre aree sotto il controllo curdo nel nord-est della Siria.

Nelle ultime ore, l'esercito di Ankara e le milizie locali sue alleate sarebbero giunte a 1,5 km dal centro urbano, interrompendo anche alcune forniture elettriche e idriche alla città. L'avanzata prosegue anche dal fronte meridionale, dove l'offensiva sarebbe giunta a 3,5 km dalla città, in cui risiedono decine di migliaia di civili.

Complessivamente, secondo le forze armate turche, sono stati finora strappati ai curdi 1.110 km quadrati di territorio nella regione di Afrin, "neutralizzando" (cioè uccidendo, ferendo o catturando) oltre 3.300 "terroristi" dell'Ypg e dell'Isis.

Le cifre non sono verificabili in modo indipendente sul terreno. (ANSAmded).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo