Siria: gruppo civili esce da Ghuta mentre continua offensiva

Attraverso corridoio di sicurezza creato da governativi

12 marzo, 15:41

(ANSAmed) - BEIRUT, 12 MAR - Un gruppo di civili, tra i quali diversi bambini, è stato fatto evacuare oggi dalla Ghuta orientale, l'enclave controllata dagli insorti vicino a Damasco, mentre continua l'offensiva dell'esercito. Lo riferiscono i media governativi, precisando che gli evacuati provenivano dalla cittadina di Madyara, appena conquistata dalle truppe di Damasco. Secondo le stesse fonti, i civili sono stati fatti uscire dall'enclave attraverso un corridoio di sicurezza istituito dalle forze governative. Ieri fonti militari russe avevano riferito dell'evacuazione di 52 persone.

Intanto il più grande gruppo ribelle nella regione, Jaish al Islam, ha detto di avere raggiunto con i russi un accordo per l'evacuazione dei feriti, ma senza precisare se si tratti di miliziani o di civili. Da parte sua, l'agenzia governativa Sana riferisce che altri due civili sono stati uccisi oggi da razzi lanciati dai ribelli sul quartiere di Al Kabbas, a Damasco.

I governativi sono riusciti a riconquistare oltre il 50 per cento del territorio della Ghuta, spaccando in due l'enclave. Le città di Duma e Harasta, le principali della regione, sono isolate dal resto del territorio.

L'offensiva è stata preceduta e accompagnata da una massiccia campagna di bombardamenti che, secondo l'Ondus, hanno provocato circa 1.100 morti tra i civili a partire dal 18 febbraio.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo