Migranti: Croce Rossa, 21 minori respinti in Val Susa

Da inizio anno, gli accompagnati inseriti in centri accoglienza

23 ottobre, 18:18

(ANSAmed) - TORINO, 23 OTT - Sono stati 21, dall'inizio dell'anno, i minori respinti alla frontiera del Monginevro, tra Italia e Francia, e intercettati dai presidi della Croce Rossa a Oulx e a Bardonecchia, in alta Valle di Susa. I minori accompagnati sono stati inseriti, con i familiari, in alcuni centri di accoglienza. Quelli non accompagnati, invece, sono stati affidati ai servizi sociali.

"Quella dei minori respinti, purtroppo, non è una novità. Basta venire alla stazione di Oulx per accorgersene", commenta il sindaco di Oulx e responsabile del Con.I.S.A. (Consorzio intercomunale socio assistenziale)
Paolo De Marchis. "Una quindicina di giorni fa, a Beaulard, li ho incontrati io stesso - racconta -: tre ragazzi, di cui uno sotto i 18 anni, mi hanno raccontato di essere stati scaricati all'uscita dell'autostrada. Volevano raggiungere Bardonecchia, ma si erano persi".
A Salbertrand e a Rubiana ci sono due strutture di accoglienza per i minori con una decina di posti letto ciascuna. "Sono entrambe sature", sottolinea De Marchis. (ANSAmed)

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo