Migranti: Croazia, respinti in Bosnia 46 pachistani

Smentite notizie su impennata furti con scasso in case vuote

07 novembre, 15:16

(ANSAmed) - ZAGABRIA, 7 NOV - La polizia croata ha espulso oggi 46 migranti, tutti pachistani, riportandoli in Bosnia-Erzegovina, da dove erano giunti ieri attraversando illegalmente il confine. Lo riferisce l'agenzia di stampa croata Hina.

I migranti sono stati avvistati ieri nei pressi della cittadina di Perusic, nella regione montuosa di Lika, al confine con la Bosnia nord-occidentale dove si trovano centinaia di profughi e migranti che tramite questa rotta balcanica sperano di raggiungere l'Europa occidentale.

La polizia locale ha al tempo stesso smentito le notizie secondo cui sarebbero in forte crescita furti con scasso in case vuote o di villeggiatura a Lika. "Nonostante alcuni organi di stampa continuino a riferire di furti commessi da migranti nella nostra regione, la verità è molto diversa", ha detto la polizia, aggiungendo che il numero di scassi è diminuito rispetto all'anno scorso, da circa 500 a poco più di 300. Di questi solo uno riguarda un migrante, di origini algerine. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo