Siria:Micalizzi non in pericolo di vita, in volo per Baghdad

'Sarà rimpatriato quanto prima in Italia'

11 febbraio, 17:10

(ANSAmed) - BEIRUT, 11 FEB - Il fotoreporter italiano Gabriele Micalizzi, ferito sul fronte tra forze curde e Isis nella Siria sud-orientale, non è in pericolo di vita e sarà rimpatriato quanto prima in Italia. Lo riferisce il Rojava Information Center, che fa capo alle forze curdo-siriane che guidano l'offensiva anti-Isis nella zona di Baghuz, sulla riva orientale dell'Eufrate. Nel frattempo Micalizzi è stato trasferito a Baghdad su un elicottero della Coalizione internazionale anti-Isis, come ha spiegato all'ANSA Alessandro Sala, del collettivo CesuraLab, fondato dallo stesso Micalizzi, Luca Santese e Andrea Rocchelli, ucciso durante la guerra in Ucraina nel 2014. Micalizzi "è stato ferito gravemente al volto da schegge" di un razzo Rpg, ma non sembra essere in pericolo di vita". Sara a breve breve rimpatriato in Italia a bordo di un aereo medico della Coalizione" internazionale anti-Isis a guida Usa.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo