Libia: Oms, bilancio dei morti sale a 205 da inizio ostilità

Oltre 910 i feriti. Raid Haftar a est e sudovest TRipoli

18 aprile, 11:20

(ANSAmed) - TRIPOLI, 18 APR - Il bilancio dei morti in Libia dall'inizio delle ostilità è salito a 205 vittime; 913 i feriti.

Lo rende noto l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms).

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu non è riuscito intanto a trovare il compromesso su una bozza di risoluzione elaborata dalla Gran Bretagna che chiedeva un immediato cessate il fuoco e l'impegno per la fine delle ostilità in Libia. Lo fanno sapere fonti diplomatiche del Palazzo di Vetro, le quali precisano che la Germania - presidente di turno dei Quindici - ha chiesto una riunione del Consiglio per oggi dopo il fallimento dei negoziati sul testo rivisto.

Intanto, i caccia di Khalifa Haftar hanno effettuato due raid nel corso della notte sul fronte orientale di Wadi Rabie, circa 30km a est di Tripoli, e su Suani beni Adem, 25 km a sudovest della capitale. Lo riferiscono all'ANSA fonti militari. A Wadi Rabie, il bilancio è di 4 morti e 6 feriti tra le file dei militari fedeli al governo di unità nazionale gui9dato da Fayez al Sarraj. Secondo alcuni osservatori, potrebbe trattarsi dei segnali di preparazione dell'attacco delle milizie del maresciallo annunciato ieri dal suo portavoce. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo