Coronavirus: aperto a Istanbul un ospedale da 600 posti

Inaugurazione anticipata, offre 99 letti di terapia intensiva

31 marzo, 11:30

ISTANBUL - La Turchia ha aperto a Istanbul un nuovo ospedale da 600 posti che servirà anche per l'emergenza coronavirus. Il progetto del nosocomio di Okmeydani, finanziato con oltre 150 milioni di euro dal Gruppo della Banca per lo sviluppo islamico (Idb), prevedeva inizialmente il completamento dell'opera a maggio, ma i lavori sono stati accelerati nelle ultime settimane per garantire nuovi posti letto per i malati di Covid-19, tra cui 99 di terapia intensiva di ultima generazione.
In Turchia si registrano al momento 10.827 casi e 168 vittime di coronavirus. La struttura, ha spiegato il direttore regionale dell'Idb in Turchia, Salah Jelassi, servirà come "centro d'eccellenza per la cardiologia e i trapianti di organi".
L'ospedale sorge al posto di una precedente struttura che era stata abbattuta nell'ambito di un progetto di rinnovamento e messa in sicurezza contro il rischio sismico. 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo