Grecia: polizia nelle università, protesta degli studenti

Agenti senza armi ma con manganelli e spray

14 gennaio, 16:46

Clashes erupt on anniversary of 1973 Polytechnic student uprising in Athens Clashes erupt on anniversary of 1973 Polytechnic student uprising in Athens

(ANSAmed) - ATENE, 14 GEN - Centinaia di studenti sono scesi in piazza oggi ad Atene, sfidando il lockdown anti-coronavirus, per protestare contro un disegno di legge che impone per la prima volta la presenza della polizia nelle università. "No alla polizia nelle università", proclamava uno degli striscioni sorretti dai manifestanti che indossavano la mascherina. Brevi momenti di tensione quando la polizia ha usato i gas lacrimogeni per riportare i manifestanti sul marciapiede e ripristinare il traffico nelle strade della capitale.

Manifestazioni si sono svolte anche a Salonicco e Patrasso.

Il Ministero dell'Istruzione ha annunciato ieri un disegno di legge che istituisce un corpo speciale di polizia per pattugliare le università che sono spesso teatro di violenze tra diversi gruppi politici. Questo corpo sarà composto da un migliaio di agenti di polizia, senza armi da fuoco, ma dotati di manganelli e spray antiaggressione, e sarà posto sotto l'egida delle forze dell'ordine, che collaboreranno con il rettorato di ciascuna università.

La presenza della polizia nelle università in Grecia, tradizionalmente molto politicizzate, è un tema delicato sin dalla sanguinosa repressione nel novembre 1973 da parte dell'esercito e della polizia di un movimento studentesco al Politecnico di Atene contro la giunta dei colonnelli dell'epoca, un evento ricordato ogni anno, che segnò l'inizio della fine per il regime. Con il ritorno della democrazia fu istituita una legge che vieta espressamente alla polizia di entrare negli atenei.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo