Siria: media, vasto incendio in raffineria petrolio a Homs

Intanto si aggrava crisi combustibile, Damasco accusa Isis e Usa

20 gennaio, 10:20

(ANSAmed) - ROMA, 20 GEN - In Siria un vasto incendio divampato nella notte nella principale raffineria di petrolio a Homs ha causato significativi danni materiali. Questo mentre nel paese c'è di nuovo penuria di carburante e combustibile domestico anche a causa di ripetuti attacchi, attribuiti all'Isis, contro convogli di auto-cisterne che trasportano il greggio dalle regioni orientali verso Homs.

Secondo l'agenzia governativa Sana e l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, non sono chiare le cause dell'incendio che ha coinvolto almeno tre auto-cisterne mentre erano in corso le operazioni di scarico del greggio dalle autobotti ai depositi della raffineria a Homs. Il ministero del petrolio, citato dalla Sana, assicura che nell'incendio non ci sono state vittime ma solo danni materiali.

Nei giorni scorsi il governo aveva ridotto la quantità di carburante distribuito alle stazioni di benzina e aumentato il prezzo dei derivati del petrolio. Le autorità di Damasco avevano accusato l'Isis di essere dietro gli attacchi che da giorni prendono di mira il traffico di petrolio da Dayr az Zor verso Homs. Sono circa 10 le auto-cisterne incendiate o esplose nelle ultime 2 settimane. Damasco nei giorni scorsi è tornata ad accusare gli Stati Uniti, che hanno imposto nei mesi scorsi nuove sanzioni finanziarie alla Siria, di soffocare l'economia del paese in guerra e alle prese con una prolungata carenza di combustibile, grano e altre materie prime essenziali. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo