Emirati: editoria araba protagonista Fiera libro Abu Dhabi

A giovane scrittore kuwaitaiano il Premio per la narrativa

24 aprile, 16:09

(di Alessandra Antonelli) (ANSAmed) - DUBAI, 24 APR -Il premio internazionale per la narrativa araba, uno dei piu' importanti eventi letterari del Medio Oriente, ha dato ieri sera il 'la' all'apertura della Fiera internazionale del libro di Abu Dhabi (Adibf), appuntamento che guarda con attenzione al panorama editoriale regionale ed internazionale.

Il prestigioso premio e' stato consegnato a Suad Al Sanousi, autore kuwaitiano che raccoglie due primati: il primo scrittore dell'emirato petrolifero a ricevere il riconoscimento e all'eta' di 32 anni, in assoluto, il piu' giovane nella storia del Premio.

Il suo "Lo stelo di bambu' ", che racconta il disagio di un giovane intrappolato tra una paternita' kuwaitiana ed una maternita' filippina, rompe diversi tabu' della conservatrice societa' araba del Golfo dove gli immigrati rappresentano la stragrande maggioranza dei residenti.

Il romanzo e' il suo secondo lavoro di ampio respiro ed e' stato scelta in una rosa di finalisti che comprendevano l'iracheno Sinan Antoon (Hail Mary); la libanese Jana Al Hassan (Io, lei e l'altra donna) il saudita Mohammad Hassan Al Wan (Il castoro); l'egiziano Ebrahim Eisa (Nostro Signore) e il tunisino Hussain Al Oud (Sua eccellenza il ministro). Con oltre mezzo milione di titoli in 30 lingue, la fiera internazionale del libro di Abu Dhabi raccoglie quest'anno i contributi di oltre 50 paesi, tra cui quello italiano.

Tra questi lo scrittore italo-algerino Amara Lakhous, noto soprattutto per l'ironico, pungente eppure tenero "Scontro di civilita' per una ascensore a Piazza Vittorio"; Cristiano Cavina di Ravenna tra cui titoli piu' importanti rimane "Nel paese di Tolintesàc" e Fulvio Ervas, autore di "Se ti abbraccio non avere paura".

Ospite dell'evento anche Chiara Comito, curatrice del blog "Editoriaraba" che racconta la letteratura araba contemporanea al pubblico italiano.

Il Festival, alla sua 23/ma edizione, e' articolato intorno a spazi simbolo tra cui "Le conversazioni sul divano" luogo di incontro con poeti, scrittori, saggisti, giornalisti; "La tenda", protagonisti l'arte del narrare, la lettura di poesie e i dibattiti letterari e "Il palcoscenico del Ccg" dedicato alla produzione artistica letteraria di autori provenienti dai sei paesi membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo: Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrein, Emirati Arabi uniti, Oman.

Inaugurato oggi alla presenza del principe ereditario lo sceicco Mohammad Bin Zayed Al Nahya, il festival concludera' il 29 aprile. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo