Tunisia, IV Giornate del Cinema Italiano

19-22 a Citè de la Culture, MedFilm Festival tra organizzatori

12 giugno, 10:06

(ANSAmed) - ROMA, 12 GIU - Il MedFilm festival riparte verso sud alla volta di Tunisi per la IV edizione delle Giornate del Cinema Italiano, evento realizzato nell'ambito del progetto Fare Cinema - Settimana del cinema italiano nel mondo voluto dal Ministero degli esteri con l'obiettivo di promuovere nel mondo, con il supporto della rete diplomatica consolare e degli Istituti italiani di cultura, la produzione cinematografica italiana di qualità. La rassegna, realizzata con il sostegno dell'IIC di Tunisi diretto da Maria Vittoria Longhi e organizzata in collaborazione con la Cinémathèque Tunisienne e l'Associazione Methexis, che organizza il MedFilm Festival, sarà ospitata dal 19 al 22 giugno presso la nuovissima Cité de la Culture di Tunisi. L'iniziativa promuove e diffonde l'eccellenza cinematografica italiana, consolidando il partenariato culturale e commerciale tra i due paesi.

Le giornate del cinema Italiano a Tunisi arrivano in un momento particolarmente propizio per le relazioni italo tunisine, infatti, in occasione del Festival di Cannes 2018, è stato siglato dai Direttori generali del MIBACT Nicola Borrelli e del CNCI Chiraz Latiri, l'accordo per la creazione del 'Fondo bilaterale di aiuto allo sviluppo per la coproduzione di opere cinematografiche italo-tunisine'. L'accordo apre nuovi fronti per l'industria del cinema italiano che guarda ai paesi della sponda Sud del Mediterraneo, partendo non a caso dalla Tunisia già parte del sistema culturale europeo con il suo recente ingresso in Europa Creativa.

Inaugurerà la rassegna il film Ammore e Malavita di Marco e Antonio Manetti (Italia, 2017, 134 min) , vincitore di 5 David di Donatello, tra cui quello al miglior film, un musical irriverente che, parodiando la criminalità, rende omaggio alla vitalità di Napoli. Seguirà L'ora legale di Salvatore Ficarra e Valentino Picone (Italia, 2017, 98 min), l'ultima commedia del duo comico siciliano che documenta il malcostume italiano, raro esempio di un cinema dove ironia e impegno sociale vanno a braccetto. In occasione della retrospettiva omaggio dedicata a Claudia Cardinale verrà proiettato Una gita a Roma di Karim Proia (Italia, 2017, 110 min), un film dolce e avventuroso che è anche la scoperta di Roma attraverso gli occhi di due bambini.

In programma il documentario Uberto degli specchi di Marco Mensa ed Elisa Mereghetti (Italia, 2016, 75 min), presenti alla proiezione, la storia appassionante dello scenografo Uberto Betacca, vincitore del David di Donatello per il miglior scenografo nel 1995 e collaboratore dei più grandi registi di cinema e teatro che attualmente risiede in una piccola cittadina della Tunisia. Chiuderà la rassegna il film rivelazione cinematografica del 2017, Dove non ho mai abitato di Paolo Franchi (Italia, 2017, 97') un elegante melodramma sull'inquietudine della borghesia, magistralmente interpretato da Fabrizio Gifuni ed Emmanuelle Devos. Fabrizio Gifuni sarà presente alla proiezione. La rassegna sarà arricchita da 2 eventi collaterali, venerdì 22 giugno si terrà la tavola rotonda il 22 giugno, dedicata alle nuove possibilità di sviluppo e cooperazione nel settore cinematografico tra Italia e Tunisia. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo