Al via Carthage Film Festival, focus su esilio e migrazione

Presentata la storica rassegna con registi del sud del mondo

22 ottobre, 10:30

(ANSAmed) - TUNISI, 22 OTT - 170 film di 40 Paesi diversi e tre nuove sezioni, "Carthage Talks", "Digital Carthage" e "Diasporas", dedicata al cinema dell'esilio e della migrazione.

Questi gli ingredienti della 30ma edizione delle Giornate Cinematografiche di Cartagine (Jcc) che si aprirà a Tunisi il 26 ottobre prossimo per concludersi il 2 novembre con la cerimonia di premiazione finale nelle tre categorie principali, lungometraggi, documentari e opere prime. Il film di apertura di questa edizione, interamente dedicata al regista tunisino scomparso nei mesi scorsi e già direttore del Festival, Nejib Ayed, sarà l'ultima opera di Nouri Bouzid Les épouvantails, premiato al Festival del Cinema di Venezia. La rassegna, secondo il suo consigliere artistico, Tarek ben Chaabéne, con la programmazione di quest'anno che prevede anche un ciclo nelle carceri e in varie regioni del Paese, "ribadisce la sua vocazione ad un festival impegnato a favore del cinema arabo e africano, saldamente orientato verso un cinema del Sud, indipendente, che difende i film degli autori lontani dai canali convenzionali". (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo