Musica: morto Pau Donès, leader degli Jarabe de Palo

Stroncato a 53 anni dal cancro. La Flaca e Depende hit mondiali

09 giugno, 16:28

Morto a 53 anni Pau Donès, leader degli Jarabe de Palo Morto a 53 anni Pau Donès, leader degli Jarabe de Palo

ROMA - E' morto all'età di 53 anni Pau Donés, il leader degli Jarabe de Palo. Soffriva di un cancro dall'agosto del 2015. Lo annuncia la stampa spagnola, riprendendo un post della famiglia sui social. La famiglia del cantante ringrazia "il team medico e tutto il personale" degli ospedali che hanno seguito Pau Donés, "per il lavoro e la dedizione che gli hanno dedicato in questo periodo" e chiede "il massimo rispetto per la privacy in questo momento difficile".

Nato a Montanuy, in Aragona, Donés ha legato la sua carriera agli Jarabe de Palo dal 1995. Nel 1996 l'album di debutto, La flaca, titolo di uno dei brani contenuti nel disco che fu la canzone dell'estate 1997 e diventò una hit mondiale. Un successo inarrestabile, continuato poi con Depende (1998), De Vuelta y Vuelta (2001) o Bonito (2003). L'ultimo album, Traga o escupe, risale alla fine di maggio.

Pau Donés combatteva dal 2015 contro un cancro al colon che alla fine lo ha portato via. Evidentemente le cose sono precipitate negli ultimi giorni: qualche settimana fa, dopo un periodo di pausa, aveva annunciato l'intenzione di tornare alla musica, come solista. La scorsa estate era stato in Nepal in una missione umanitaria.

Pau era molto amato in Italia e non soltanto per il successo delle sue canzoni, qui aveva molti amici, aveva stretto legami con colleghi con i quali aveva collaborato come Jovanotti, Niccolò Fabi, Kekko Silvestre dei Modà, Fabrizio Moro ed Ermal Meta. Proprio Jovanotti ed Ermal Meta lo hanno ricordato con messaggi accorati. "Mi mancherai tantissimo amico e maestro.

Niente cancellerà i momenti bellissimi vissuti insieme, la bella musica, le mangiate e le bevute, le chiacchierate infinite, la forza che ci siamo dati reciprocamente. Conoscerti ed esserti amico è stato un grande regalo. Dove sei ora? Mi è difficile crederci", ha scritto Jovanotti sui social. "Nooooooo Pau nooooooo. Mi hai spezzato in due", il dolore di Ermal Meta.

Donés aveva fondato i Jarabedepalo (è questa la grafia giusta) al principio degli anni '90, inseguendo il progetto di una band che suonasse una musica latina originale, frutto di una sintesi tra la tradizione dei cantautori catalani, il rock, il reggae, la musica cubana e il flamenco, coniugandola con testi ispirati alla tolleranza, al senso di umanità, all'allegria di chi vive senza pensare a barriere e differenze. Il botto arriva nel 1996 con "La Flaca", una canzone che racconta la sua avventura con una ragazza cubana conosciuta per caso all'Avana e diventata la protagonista del video. Un successo incredibile: il brano diventa un piacevole tormentone ancora oggi rimasto impresso nella memoria.

Durante il lockdown legato alla pandemia da coronavirus - ricorda El Pais - Pau Donés aveva registrato sul balcone di casa al suono della chitarra Vuelvo, una canzone in cui cantava "Faccio ciò che ho sempre desiderato fare di nuovo", nient'altro che comporre canzoni e cantarle. Tra le sue ultime apparizioni in pubblico, un concerto a Barcellona a fine 2019 per raccogliere fondi per l'Istituto di oncologia Vall d'Hebrón. Durante l'epidemia, ha donato 2.500 mascherine a un altro ospedale pubblico, il Moises Broggi.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo