Al via il progetto 'Vedere per capire, il cinema a scuola'

Un progetto di Methexis, organizzatori del MedFilm Festival

04 febbraio, 11:40

(ANSAmed) - ROMA, 04 FEB - Il cinema arriva da oggi nelle scuole con 'Vedere per capire, il cinema a scuola: Identità e Intercultura', un progetto ideato dall'Associazione Methexis Onlus, che si occupa di promuovere l'educazione al cinema tra studenti e da 26 anni organizza il MedFilm Festival di Roma.

Il progetto si inserisce nel quadro dell'accordo tra il Miur e il Mibact che regola il Piano Nazionale Cinema per la Scuola e si rivolge alle scuole secondarie IIS Luigi Einaudi di Roma e IIS Europa di Pomigliano d'Arco, coinvolgendo cento studenti attraverso 21 incontri complessivi con visioni di lungometraggi, documentari e cortometraggi, confronti con i registi e addetti ai lavori moderati dalla squadra dell'Associazione Methexis, lezioni di analisi e comprensione dei linguaggi e dei processi creativi che portano alla realizzazione di un film.

I primi quattro incontri a Roma e a Pomigliano d'Arco, da oggi al 24 febbraio, sono dedicati al mondo del cortometraggio.

Confermati gli incontri in presenza, una piccola grande vittoria per la condivisione degli spazi fisici che restituirà l'efficacia della visione collettiva e del dibattito dal vivo.

Ampio spazio sarà dedicato ai mestieri del cinema, facendo scoprire agli studenti il fascino e la complessità dell'industria dell'audiovisivo, capace di coinvolgere numerose e diversificate professionalità. I professori e gli alunni avranno kit didattici e documenti utili alla riflessione sui temi e lo sviluppo creativo dei film.

Ogni scheda tecnica comprende sinossi e biografie, guide all'analisi filmica, percorsi da sperimentare in classe e a casa, bibliografie e consigli di visione, lettura ed ascolto. I cortometraggi, proposti in versione originale con i sottotitoli in italiano, sono il croato 'Into the Blue' di Antoneta Alamat Kusijanović, il palestinese 'Maradona's Legs' di Firas Khoury, gli italiani 'Bellissima' di Alessandro Capitani, 'La nostra storia' di Lorenzo Latrofa, 'Fuor d'acqua' di Alessandro Marano e 'Panorama di Gianluca Abbate, il francese 'Sous l'écorce' di Ève Chems de Brouwer, il libanese 'Three Centimetres' di Lara Zeidan Gli incontri dedicati ai lungometraggi si terranno invece dal 25 febbraio al 6 maggio. In programma quattro film di finzione e due documentari: per il primo gruppo, gli italiani 'Bangla' di Phaim Bhuiyan, 'Zen - Sul ghiaccio sottile' di Margherita Ferri e 'Mediterranea' di Jonas Carpignano, cui si aggiunge il francese 'Welcome' di Philippe Lioret, mentre per il secondo figurano le opere, entrambe italiane, 'Selfie' di Agostino Ferrente e 'Butterfly' di Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman.

(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo