Spagna: da anni '80 il 10% popolazione ha il 57% ricchezza

Rapporto globale, fortune raddoppiate per boom immobiliare

14 dicembre, 15:27

(ANSAmed) - MADRID, 14 DIC - Il 10% della popolazione accumula il 57% della ricchezza patrimoniale in Spagna, una proporzione rimasta costante dagli anni '80. E' l'indicatore contenuto nel primo 'Rapporto sulla disuguaglianza globale' realizzato dal Laboratorio sulla disuguaglianza globale, un progetto senza scopo di lucro finanziato da istituzioni pubbliche e private, al quale lavorano oltre 100 ricercatori in tutto il mondo, coordinato da economisti come il francese Thomas Piketty. La Spagna è il Paese, fra tutti quelli presi in esame, dove più è cresciuta la ricchezza negli ultimi 30 anni ed è raddoppiata, passando dall'equivalente del 380% del Pil nel 1984 al 650% del Pil nel 2014, con un picco del 780% nel 2007 grazie al boom immobiliare che precedette la crisi. Dagli anni '80 la proporzione fra il 10% che accumula il 57% della ricchezza e il 90% della popolazione che controlla il restante 43% è rimasta stabile, perché il patrimonio degli spagnoli è concentrato soprattutto nei beni immobili e la crisi ha colpito anche i più ricchi.

Il rapporto risalta che fra il 1985 e il 1991 i prezzi delle case si sono triplicati e che fra il 1996 e il 2008 sono di nuovo aumentati del triplo, un fenomeno che ha paragoni solo in Giappone. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo