Energia: rinnovabili, conferenza Res4Med a Tunisi il 27/6

Eccellenze italiane e buone pratiche nel settore energetico

21 giugno, 13:38

TUNISI - 'Energie Rinnovabili ed infrastrutture per la transizione energetica della Tunisia' è il titolo della conferenza che si terrà a Tunisi il 27 giugno organizzata dall'Ambasciata d'Italia e Res4Med&Africa. L'evento sarà incentrato sulle eccellenze italiane e le buone pratiche nel settore energetico, in particolare nel settore delle rinnovabili, al fine di valorizzare l'esperienza internazionale delle imprese italiane. "Le relazioni energetiche tra Italia e Tunisia sono eccellenti e di lunga data", sottolinea a tal proposito l'ambasciatore italiano a Tunisi, Lorenzo Fanara, ricordando che "le nostre imprese collaborano con i partner tunisini in ogni settore del mercato dell'energia. Il sostegno alle energie rinnovabili in particolare è un'espressione concreta della diplomazia economica dell'Italia e questo seminario è un'ulteriore occasione per rafforzare le potenzialità di cooperazione tra il settore privato italiano e gli operatori tunisini delle rinnovabili". Res4Med&Africa, con oltre 5 anni di esperienza nel dialogo su policy e organismi di regolamentazione, supporto tecnico e capacity building, è tra le associazioni più attive nel promuovere la diffusione di massa delle fonti rinnovabili nei Paesi del Mediterraneo e dell'area Sub-Sahariana.
La conferenza di Tunisi può contare sulla presenza delle istituzioni tunisine e dei principali attori del settore energetico del Mediterraneo, associazioni e settore privato, e sarà l'occasione per analizzare il flusso degli investimenti in energie rinnovabili ed infrastrutture e gli impatti positivi dell'industria delle rinnovabili nella creazione d'impiego e le sue ricadute a livello locale, in termini di industria e imprenditoria. "Questo evento ribadisce sempre di più l'interesse dell'associazione e di tutti i soci di Res4Med di investire in Tunisia e supportare il Paese in questa importante transizione energetica", ha dichiarato all'ANSA il segretario generale di Res4Med Roberto Vigotti. C'è un certo ottimismo anche relativamente alla questione dell'interconnessione elettrica tra Italia e Tunisia, per il quale l'ad di Terna Luigi Ferraris, a margine dell'ultima assemblea degli azionisti, aveva dichiarato che l'accordo tra i governi dei due Paesi "potrebbe anche vedere la luce nel 2018".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo