Libano: banche introducono misure contro fuga capitali

Dopo chiusura prolungata, limiti a prelievi

19 novembre, 15:43

(ANSAmed) - BEIRUT, 19 NOV - Le banche libanesi hanno cominciato ad applicare stamani "misure straordinarie" per contenere la fuga dei capitali in un contesto in cui, a causa della grave crisi sociale, economica e politica libanese, i risparmiatori cercano di prelevare dai loro conti correnti in dollari americani in contanti.

Come ha constatato un giornalista dell'ANSA a Beirut, stamani i correntisti in diverse filiali di banche sono stati informati di poter ritirare un massimo di mille dollari a settimana. Ma è una cifra che si applica soltanto ai conti con un credito superiore ai 300mila dollari. Per i conti con credito inferiore si possono ritirare soltanto 500 o 300 dollari a settimana a seconda delle banche. E questo è il caso che riguarda la maggioranza dei correntisti, piccoli e medi risparmiatori. Già ad agosto e settembre, prima dello scoppio delle proteste popolari anti-governative più di un mese fa, era emersa una crisi di liquidità del dollaro, moneta con cui scambia regolarmente la lira libanese. Stamani i cambiavalute cambiano un dollaro a 1.780 lire libanesi, mentre la Banca centrale e tutte le altre banche adottano ancora il cambio fisso di 1.500 lire, assai più svantaggioso per i cittadini. Questi possono infatti prelevare ai bancomat solo in lire, e non in dollari, ma col cambio lire-dollaro fissato a 1.500.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo