Francia: 1,5 miliardi per placare collera dei camici bianchi

Da Macron bonus di 800 euro per migliaia di infermieri in crisi

20 novembre, 14:04

(ANSAmed) - PARIGI, 20 NOV - Dopo le proteste dei camici bianchi la settimana scorsa, il governo francese annuncia un aiuto triennale di 1,5 miliardi di euro per gli ospedali pubblici in crisi, di cui 300 milioni dal 2020: è quanto annunciato dal premier Edouard Philippe, presentando a Parigi il piano d'urgenza promesso dall'esecutivo per rispondere alla collera del personale sanitario. Soldi che, secondo quanto spiegato da Philippe, "si andranno ad aggiungere alla traiettoria di bilancio prevista dal governo". "L'aumento - ha aggiunto - verrà approvato già dalla settimana prossima nel quadro della legge di bilancio" sul welfare. Il braccio destro del presidente Emmanuel Macron ha inoltre riferito che lo Stato si addosserà un terzo del debito (10 miliardi) degli ospedali pubblici per contribuire a "ripristinare" il loro "equilibrio di bilancio". Ma non è tutto. La ministra della Salute, Agnès Buzyn, ha annunciato un bonus annuale di 800 euro ai circa 4.000 infermieri e assistenti sanitari residenti tra Parigi e la banlieue che guadagnano meno di 1.900 euro al mese.

Assunzioni bloccate, bilanci tagliati, sovraccarico professionale: contro questi problemi il 14 novembre scorso i camici bianchi hanno protestato in tutta la Francia denunciando la "crisi degli ospedali pubblici". Dal 2009, secondo la Fédération Hospitalière de France, sono stati imposti al settore tagli per circa 9 miliardi di euro scatenando la collera del personale in difficoltà. In questi giorni, l'amministrazione francese tenta di fare il possibile per disinnescare la possibilità di una nuova crisi sociale dopo quella dei gilet gialli, evitando la cosiddetta 'convergenza delle lotte' delle varie categorie in vista della giornata di scioperi e proteste indetta per il 5 dicembre.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo