Ministro Egitto,puntiamo agevolare ingresso aziende italiane

Successo forum italo-egiziano al Cairo, nel 2020 tappa a Napoli

23 dicembre, 16:44

(ANSAmed) - NAPOLI, 23 DIC - "Oggi l'inflazione in Egitto è al -5% e c'è la volontà politica diretta a supportare gli investimenti non solo a parole ma anche con i fatti. Il nostro obiettivo è agevolare sempre più le aziende italiane a penetrare in Egitto". Questa la forte apertura all'impresa italiana da parte di Ali El-Moselhy, ministro per le forniture e il commercio interno della Repubblica d'Egitto in occasione dell'Italian Egyptian Economic Forum (Investment in Trade) che si è concluso nei giorni scorsi al Cairo e che riprenderà nel 2020 con un nuovo appuntamento a Napoli, organizzato dalla Cise (Confederazione Italiana Sviluppo Economico) dedicata allo sviluppo delle relazioni commerciali tra i due paesi. "L'Italia - spiega Giampaolo Cantini, ambasciatore d'Italia in Egitto - è il primo partner commerciale dell'Egitto e l'interscambio tra i due Paesi riguarda settori merceologici che vanno dal tessile all'oil&gas. Il settore privato egiziano apprezza molto la manifattura italiana, i macchinari, il settore tessile, tutto ciò che è know how italiano. L'Egitto, poi, è tradizionalmente un hub importante che unisce il Mediterraneo all'Africa". E i primi risultati concreti stanno arrivando come ha sottolineato Giuseppe Romano, presidente Cise: "Le zone economiche speciali italiane stanno stringendo accordi e fanno sinergia con le zone franco egiziane e vorremmo trasferire qui il know how dell'Interporto di Nola".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo