Migranti:Oim, in Tunisia il 53% ha perso lavoro per lockdown

7000 migranti hanno beneficiato di aiuti

06 maggio, 17:45

(ANSAmed) - TUNISI, 6 MAG - Il 53% circa dei migranti in Tunisia ha perso il lavoro durante il periodo di lockdown imposto dal governo per combattere contro la diffusione del coronavirus. Lo rende noto l'Ufficio di Tunisi dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Iom), precisando che il tasso di migranti sul territorio aventi accesso ad occupazioni lavorative è sceso all'11% contro il 64% prima dell'imposizione delle misure di quarantena generale dal 22 marzo al 3 maggio scorso.

L'Oim fa sapere che si sta impegnando in coordinamento con le autorità e i comuni tunisini per garantire un'assistenza sociale ed economica ai migranti che vivono in Tunisia, sottolineando che il 39% dei lavoratori migranti con bambini ha beneficiato di aiuti (il 54% di questi donne e il 46% uomini), con un'età media dei destinatari stimata in 30 anni. Secondo l'Oim, dall'inizio della crisi sanitaria, 7.002 migranti in tutto il paese nordafricano hanno beneficiato dell'assistenza (cibo, buoni pasto, prodotti per la pulizia e altri).(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo