Libano: crisi carburante per generatori, black out ripetuti

Nel contesto dell'aggravarsi del collasso economico del Paese

02 luglio, 17:29

Proteste antigovernative a Beirut Proteste antigovernative a Beirut

BEIRUT - La società elettrica libanese rischia di dover razionare ulteriormente la distribuzione di corrente nelle varie città e zone rurali del paese a causa di una crescente carenza di combustibile per far funzionare i generatori. Lo riferiscono media libanesi, secondo cui in diversi quartieri periferici della capitale Beirut così come in altre città del paese nel nord, nel sud e nella Bekaa i black out elettrici giornalieri sono più ricorrenti e prolungati.

Il Libano è attraversato dalla sua peggiore crisi economico-finanziaria degli ultimi 30 anni e il governo fatica a trovare delle soluzioni urgenti alla mancanza di liquidità in valuta pesante per far fronte alle necessità di assicurare i servizi essenziali alla cittadinanza.

Dalla fine della guerra civile 30 anni fa, l'elettricità in Libano è razionata con tagli di corrente che variano dalle 3 alle 12 ore al giorno a seconda della lontananza o prossimità col centro istituzionale della capitale Beirut.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo