Gas: Amb.Egitto, Eni in forum East-Med utile per l'Italia

Badr, opportunità anche con Snam e Saipem

29 settembre, 17:06

IL CAIRO - "L'Egitto ha sostenuto la richiesta dell'Italia di inserire tre grandi aziende italiane nel comitato consultivo di settore del forum" del gas del Mediterraneo orientale, "ovvero Eni, Snam e Saipem" in quanto questo ingresso "consentirà all'Italia di beneficiare delle opportunità di investimento che si presenteranno grazie alla cooperazione tra i Paesi del Mediterraneo, in modo da incidere positivamente sull'economia italiana". Lo riporta un testo diffuso dall'Ambasciata egiziana a Roma sintetizzando dichiarazioni fatte ieri dall'ambasciatore Hisham Badr nella cerimonia di firma da parte dell'Italia dello Statuto per la trasformazione del "East Mediterranean Gas Forum" (Emgf) in un'organizzazione internazionale con sede al Cairo.

L'Emgf è "una piattaforma per creare un dialogo organizzato tra gli Stati membri sul gas naturale e sulle opportunità di cooperazione su di esso a livello regionale e internazionale", ha sottolineato Badr riferendosi al Forum fondato nel gennaio dell'anno scorso da Egitto, Italia, Cipro, Grecia, Israele, Giordania e Autorità nazionale palestinese. L'Egitto, come noto, aveva apposto la propria firma il 22 settembre.

Badr ha sottolineato "l'importanza delle relazioni italo-egiziane e l'acutezza della leadership politica dei due Paesi per rafforzare l'amicizia e la cooperazione tra le due parti al servizio degli interessi comuni e della prosperità" di Italia ed Egitto, riferisce ancora la nota.

La cooperazione fra i due Paesi "nel campo dell'energia e del gas naturale è uno degli esempi in tal senso", ha sottolineato ancora l'ambasciatore il quale ha "elogiato il ruolo attivo ed efficace dell'Italia che ha contribuito al successo degli sforzi per costituire l'organizzazione in venti mesi, da quando l'Egitto ha lanciato l'iniziativa".

L'Ambasciatore egiziano ha anche spiegato che l'Egitto ha avviato il forum come la prima organizzazione internazionale nel suo genere ad occuparsi del rafforzamento della cooperazione nel campo del gas nella regione del Mediterraneo orientale.

Badr inoltre ha affermato che la complementarità del ruolo egiziano e italiano nei lavori del Forum del gas del Mediterraneo orientale sarà uno dei principali catalizzatori del successo degli sforzi dei Paesi della regione nel rafforzamento del sistema di sicurezza energetica nel Mediterraneo.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo