Libia: combattimenti bloccano giacimento Eni nel sud

Scontri tra forze di Sarraj e quelle di Haftar

27 novembre, 16:27

IL CAIRO - Combattimenti tra forze del governo di accordo nazionale libico (Gna) del premier Fayez al-Sarraj e quelle del generale Kahlifa Haftar hanno causato la chiusura di un giacimento petrolifero operato da Eni assieme alla Compagnia petrolifera nazionale (Noc) libica, quello di El Feel (l'elefante). La sospensione delle attività sino alla fine delle operazioni militari è stata annunciata dalla stessa Noc su Twitter. L'impianto è situato nei pressi di Sabha, nel sud della Libia.

Dopo aver annunciato "attività militari nella regione del giacimento di petrolio di El Feel" senza segnalare alcun danno materiale o a persone, la Noc ha reso noto sempre su Twitter che "i dipendenti al giacimento sono in aree sicure ma non possono riprendere i loro normali compiti. La produzione rimarrà chiusa fin quando l'attività militare non cesserà e tutto il personale militare sarà ritirato dall'area di operazioni della Noc".

El Feel della joint venture Mellitah Oil and Gas è un importate giacimento con una produzione giornaliera comunemente stimata in 70-75 mila barili di petrolio. Sabha, la città nei pressi della quale si trova, è a circa 650 km in linea d'aria a sud di Tripoli.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo