Coronavirus: Algeria, italiano positivo è dipendente Eni

L'azienda: 'sta bene ed è senza febbre'

26 febbraio, 13:45

(ANSAmed) - ROMA, 26 FEB - Il primo contagiato dal coronavirus in Algeria è un dipendente di Eni "al momento dislocato nel campo di MLE, nel deserto algerino. Non ha febbre e gode di buone condizioni di salute". L'uomo e' arrivato in Algeria il 17 febbraio scorso proveniente da Bertonico, comune in provincia di Lodi che dal 21 febbraio fa parte della zona rossa di diffusione della regione Lombardia. E' quanto rende noto un portavoce della compagnia.

L'uomo è ricoverato in isolamento all'Istituto Pasteur. "Sono state adottate tutte le misure per la presa in carico del paziente, messo in quarantena", ha precisato il ministro della salute algerino.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo