Danza:trasferta a Tataouine per artisti italiani di Cab 008

Al Festival di Theatrouine, in Tunisia, dall'8 al 15 aprile

05 aprile, 17:09

(ANSAmed) - TUNISI, 05 APR - Promuovere nei paesi del Mediterraneo la creatività italiana nel campo delle arti dello spettacolo, attraverso un modello di lavoro basato sul partenariato con le organizzazioni ospitanti e con gli Istituti Italiani di Cultura. Questa la premessa del Mibact riguardo alla partecipazione degli artisti dell'associazione toscana Cab 008 al "Festival Theatrouine" a Tataouine, nel sud della Tunisia, che avrà luogo dall'8 al 15 aprile prossimo. Si parte il 10 aprile con lo spettacolo "BoleroEffect" di Cristina Kristal Rizzo che vedrà la coreografa in scena insieme alla danzatrice Annamaria Ajmone e il musicista Simone Bertuzzi. BoleroEffect, in una intensità e una mescolanza di generi, invita il pubblico a esplorare, attraverso la coreografia e la danza, un senso inedito di abbandono a uno stato di esaltazione e coinvolgimento collettivo. Il 12 e il 13 aprile saranno dedicati a due lavori della giovane coreografa Annamaria Ajmone, che la vedranno anche protagonista sul palco. Il 12 aprile sarà la volta di "Trigger", esplorazione personale, orientata alla trasformazione di uno spazio in un luogo, che per un tempo limitato, diventa dimora, luogo di passaggio, tana di un corpo che, in ascolto continuo, amplifica gli spazi interni ed esterni a sé. Trigger è parte del progetto coreografico Arcipelago, composto da una serie di azioni costruite e vissute in spazi non teatrali. Il 13 aprile verrà presentato "Tiny", nato da un progetto di ricerca iniziato nel 2013 con la filmaker Maria Giovanna Cicciari, il cui scopo era indagare la relazione tra l'immagine in movimento e la danza. Il lavoro si sviluppa in maniera totalmente libera, alternando sessioni di lavoro al chiuso ad altre all'aperto. La trasferta in Tunisia, resa possibile grazie alla collaborazione tra il Mibact, l'associazione tunisina Mada Theatre e l'Istituto Italiano di Cultura di Tunisi si concluderà con la realizzazione di due laboratori con artisti e giovani del luogo: il primo incentrato sulla creazione e la drammaturgia, tenuto dal drammaturgo e direttore artistico spagnolo, Andrés Morte Terès, il secondo un laboratorio di danza della coreografa fiorentina, Cristina Kristal Rizzo a partire dal Bolero di Ravel. Il laboratorio di danza vedrà la coreografa lavorare con giovanissimi danzatori tunisini e l'esito del lavoro, verrà presentato il 15 aprile in uno intitolato "Bolerò". Le attività nei Paesi del Mediterraneo sono sostenute dal Mibact sulla base del Fondo per un ciclo di attività, iniziative e scambi culturali con i Paesi del MENA, che prevede tournée di spettacoli e attività di residenza, come nel caso di Théatrouine, in Tunisia. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo