Musica: 'Via del Canto' coinvolge ospiti Sprar

La I edizione del Festival dall'1 al 4 novembre a Fano e Pesaro

30 ottobre, 10:13

(ANSAmed) - ROMA, 30 OTT - Capo Verde, Senegal, Albania e Pakistan: sono queste le aree geografiche e culturali al centro della I edizione di 'Via del Canto', festival internazionale delle musiche dal mondo, che si svolgerà dall'1 al 4 novembre a Fano e Pesaro. Il Festival, che prevede 7 concerti e 13 workshop, non si preannuncia come una semplice rassegna di musica da tutto il mondo, ma come uno strumento diretto di integrazione grazie al coinvolgimento dei migranti ospiti dei centri Sprar, dei minori non accompagnati e delle comunità del territorio nel processo stesso di produzione dell'evento. Ci saranno, infatti, momenti di formazione sui vari aspetti che compongono la produzione di un festival o di un appuntamento culturale in generale: dall'ospitalità alla gestione logistica, dalla mediazione culturale alla ristorazione. Grazie a questa formazione specifica, che rappresenta un primo passo nella costruzione di un'integrazione concreta, i migranti potranno sviluppare le competenze necessarie per costruire future iniziative in autonomia. 'Via del canto' si apre il prossimo primo novembre al 'Pala J Marina dei Cesari' di Fano con il 'Coro Africano' di Rimini.

Subito dopo sarà la volta di Gabriela Mendes, voce di Capo Verde. Il 2 novembre si rimane fisicamente a Fano ma si va con il cuore in Pakistan; sul palco del 'Pala J Marina dei Cesari' si esibiranno la band 'Sounds of Kolachi' e la danzatrice, regista e attivista politica Sheema Kermani. Il 3 novembre, al 'Teatro Rossini' di Pesaro, sarà di scena l'incontro fra la fisarmonica balcanica dell'albanese Bardh Jakova con il saltarello di Danilo di Paolonicola, seguiti dalla signora del folk italiano, Giovanna Marini, insieme al 'Coro Inni e Canti di Lotta' e alla 'Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio'. Alle 23.00 ci si sposterà al 'Grà' di Pesaro per il concerto di Iljazi Family Group, formazione del sud dell'Albania che si esibirà in un concerto di musiche dai Balcani al Mediterraneo.

L'ultimo giorno, il 4 novembre, si aprirà alla 'Pinacoteca San Domenico' di Fano con l'incontro fra il 'Coro Giovanile Malatestiano' diretto da Francesco Santini e il gruppo di ricerca etno-musicale 'Shpirti Arbёresh', letteralmente 'Spirito degli Albanesi' d'Italia. Il finale della programmazione musicale di 'Via del Canto' sarà affidato alla cantante griot senegalese Coumba Gawlo, sul palco del 'Pala J Marina dei Cesari' di Fano insieme al 'Ballet Africa Teranga', composto da ballerini provenienti dal balletto nazionale del Senegal. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo