Tunisia: Ramadan, in video appello per libertà e tolleranza

Invito a vivere insieme in armonia

16 giugno, 11:43

(ANSAmed) - TUNISI, 16 GIU - Il raggruppamento di Ong tunisine "Collectif pour les libertés individuelles" si inserisce nel dibattito in atto in Tunisia sulla questione della libertà di scelta, dopo le recenti condanne per "oltraggio al pudore" nei confronti di alcuni giovani sorpresi a mangiare o fumare in pubblico nel mese sacro del Ramadan, mettendo on line un video che richiama alla tolleranza nei confronti di chi non osserva il digiuno previsto per i musulmani nel mese del Ramadan, evocando un Ramadan per tutti, da vivere sotto il segno della libertà.

Uomini e donne di tutte le età e di diverse regioni della Tunisia compaiono nel video in questione per ricordare lo spirito positivo e unico del mese del Ramadan, che dovrebbe essere ispirato alla condivisione all'altruismo indipendentemente dal fatto che si osservi o meno il precetto del digiuno, per i musulmani e i non musulmani. Il "Collectif pour les libertés individuelles" nel video citato fa inoltre appello al rispetto dell'art. 6 della Costituzione tunisina che garantisce la libertà di culto invitando a non giudicare gli altri ma a vivere insieme in armonia, malgrado le differenze, anzi rispettando proprio queste differenze. Il video è visibile a https://youtu.be/40jRAMhed1A (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo