Mo: Netanyahu contrario ad accordo cessate fuoco in Siria

Per presenza militare Iran. Mosca, tenuto conto sua sicurezza

17 luglio, 17:26

 TEL AVIV - Benyamin Netanyahu e' contrario all'accordo per il cessate il fuoco nel settore sud-occidentale della Siria raggiunto dieci giorni fa dalla Russia e dagli Stati Uniti: lo ha detto ieri il premier israeliano ad alcuni giornalisti con lui al seguito durante una visita a Parigi.

All'origine della sua opposizione, ha spiegato, vi e' la accettazione della presenza militare dell'Iran in Siria, non lontano dalle linee israeliane, cosa che Israele considera dunque un pericolo per la propria sicurezza.

Alcuni giornali citano un anonimo funzionario della delegazione israeliana secondo cui l'Iran progetta inoltre di costruire in Siria una base aerea ed un porto, per i propri fini militari. Secondo il funzionario, scrive Maariv, sul cessate il fuoco in Siria si e' creato adesso un forte dissenso fra Israle e Stati Uniti.

Ma secondo il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov Russia e Usa hanno fatto tutto il possibile "per garantire che gli interessi di sicurezza di Israele fossero pienamente presi in considerazione" nei lavori di preparazione per la creazione di una zona di de-escalation in Siria sudoccidentale. .

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo