Migranti: Ue, in calo arrivi ma non abbassare la guardia

Avramopoulos, - 50% a luglio rispetto allo stesso mese del 2016

10 agosto, 17:37

(ANSAmed) - BRUXELLES, 10 AGO - "C'è stato un considerevole calo di arrivi di migranti sulla rotta del Mediterraneo centrale a luglio, in confronto allo stesso mese dello scorso anno -. A luglio i numeri sono in calo del 50% rispetto allo stesso mese del 2016". Così il commissario europeo alla Migrazione, Dimitris Avramopoulos, ANSA commentando con l'ANSA gli ultimi dati secondo i quali gli arrivi a luglio sono stati 11mila, rispetto ai 23mila dello stesso mese del 2016 (-50%).

Da inizio anno invece il calo è di -3,47%, 96.845 arrivi, rispetto allo stesso periodo del 2016.

"In generale, per ora - prosegue Avramopoulos - il numero degli arrivi sulla rotta rimane leggermente più basso rispetto allo scorso anno. Ma nonostante questa recente tendenza positiva, dobbiamo continuare a intensificare il nostro lavoro, rafforzare il nostro sostegno all'Italia, ed essere pronti ad affrontare qualsiasi futuro cambiamento nei flussi migratori". Sul fronte dei ricollocamenti invece, secondo gli ultimi dati della Commissione europea, i trasferimenti dall'Italia sono 7.970. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo