Catalogna: pm Belgio, no estradizione ex ministri in Spagna

16 maggio, 17:53

(ANSAmed) - MADRID, 16 MAG - La procura belga ha chiesto al tribunale di Bruxelles che venga respinta la richiesta di estradizione spagnola contro i tre ex ministri del Govern catalano di Carles Puigdemont Meritxell Serret, Toni Comin e Lluis Puig 'rifugiati' a Bruxelles. La procura belga, che nella procedura rappresenta lo stato spagnolo, riferisce El Periodico, ha rilevato fra l'altro difetti di forma nella richiesta firmata dal giudice di Madrid Pablo Llarena.

La richiesta della procura è stata accolta dal giudice di Bruxelles che questa mattina aveva convocato un'udienza sulla richiesta di estradizione spagnola e i tre ex ministri non saranno consegnati alla giustizia di Madrid, riferisce Tv3.

La decisione del Belgio è la seconda sconfitta per la giustizia spagnola dopo quella del tribunale tedesco dello Scheswig Holstein che il mese scorso ha dichiarato 'non ammissibile', in assenza di episodi di violenza, l'accusa di 'ribellione' mossa contro l'ex-presidente Carles Puigdemont.

Nel molto contestato castello accusatorio del giudice del tribunale supremo di Madrid Pablo Llarena, tutti sono incriminati per 'ribellione' e presunta 'malversazione' per l'uso finora non dimostrato di denaro pubblico per il referendum di indipendenza dell'1 ottobre.

Le stesse accuse sono contenute nelle richieste di estradizione contro l'ex ministro Clara Ponsati in esilio in Scozia e la segretaria di Etrc, Marta Rovira, rifugiata in Svizzera. Altri 9 leader catalani sono in carcere preventivo da mesi a Madrid, senza giudizio, con gli stessi capi d'accusa, per avere portato avanti pacificamente il progetto politico dell'indipendenza. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo