Migranti: authority accusa Francia su detenzione minori

'Pratica contraria a diritti fondamentali'

14 giugno, 14:20

(ANSAmed) - PARIGI, 14 GIU - Il 'Controleur des Prisons', un'authority indipendente dello Stato francese per il controllo dei centri di privazione della libertà, denuncia la detenzione di migranti minorenni da parte della Francia, una pratica ritenuta contraria ai "diritti fondamentali".

In un parere pubblicato nel 'Journal Officiel' e ripreso dal quotidiano Le Monde, il CGLPL ritiene che Oltralpe questo fenomeno sia "in costante aumento" ed è contrario ai "diritti fondamentali" dei minori. "Malgrado il miglioramento delle condizioni materiali di accoglienza - si legge nel parere datato 9 maggio ma pubblicato solo oggi dalla Matinale du Monde - la detenzione dei bambini costituisce un oltraggio alla loro integrità psicologica". La Francia piazza nei centri di detenzione amministrativa (Cra) gli stranieri in situazione irregolare in vista del loro riaccompagnamento alla frontiera. Tra le persone private di libertà, il numero di minori è in aumento. Secondo i dati dell'authority indipendente francese si è passati da 106 casi nel 2015 a 304 ne 2017.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo