Migranti: Juncker convoca vertice informale a 8 domenica

Domenica a Bruxelles, 'non è minisummit ma riunione di lavoro'

20 giugno, 16:34

Il Presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker Il Presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker

BRUXELLES - "Il Presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker ha convocato per domenica a Bruxelles una riunione di lavoro informale sui temi della migrazione e dell'asilo durante la quale lavorerà con un gruppo di capi di Stato e di governo degli Stati membri interessati per trovare soluzioni europee in vista del prossimo Consiglio europeo". Lo riferisce una nota della Commissione Ue.

Otto i leader dei Paesi che prenderanno parte alla riunione, si tratta di Italia, Grecia, Spagna, Malta, Germania, Francia, Bulgaria e Austria.

"Quello di domenica non è un minisummit, ma una riunione informale di lavoro. Non amo l'idea di presiedere una riunione tra alcuni Stati, ma se qualcuno si rifiuta di farlo, bisogna che ci sia chi si presta a svolgere questo ruolo fondamentale", ha detto Juncker in una conferenza stampa col premier francese Edouard Philippe.

Secondo quanto si apprende da fonti europee, la riunione di domenica è stata voluta dalla Germania, con il sostegno della Francia, e l'idea si è consolidata ieri a Meseberg, nella trilaterale che la cancelliera Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron hanno avuto con Juncker. Le stesse fonti riferiscono che Merkel e Macron porteranno alla riunione la loro volontà di mostrare solidarietà ai Paesi del Mediterraneo, con risorse e la disponibilità ad accettare quote di migranti, chiedendo una contropartita per chiudere sulla riforma del regolamento di Dublino ed accordi bilaterali per i trasferimenti veloci dei migranti che si sono spostati da un Paese Ue di primo ingresso ad altri (su questo punto Merkel è stata messa sotto pressione dal suo ministro dell'Interno Horst Seehofer), in attesa che la nuova versione del regolamento di Dublino entri in vigore.

Sul piatto del summit di domenica - a cui non prenderà parte il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk - ci saranno la proposta del nuovo 'schema regionale' per sbarcare i migranti nei Paesi Nordafricani (iniziativa di Juncker e dell'Alto commissario per i rifugiati Filippo Grandi); il progetto di rafforzare le frontiere esterne, con il potenziamento di Frontex anche in materia di rimpatri; e l'approvazione di una lista europea di Paesi terzi e Paesi di origine sicuri verso i quali trasferire la responsabilità delle richieste d'asilo dei migranti salvati in mare.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo