Spagna: governo ci ripensa, venderà bombe a sauditi

Dopo congelamento, per salvare contratto fornitura navi a Riad

13 settembre, 12:54

(ANSAmed) - MADRID, 13 SET - Contrariamente a quanto annunciato nei giorni scorsi dal ministero della Difesa, il governo spagnolo ha dato via libera alla consegna di 400 bombe laser ad alta precisione all'Arabia Saudita. La decisione di sbloccare il contratto da 9,2 milioni di euro, firmato nel 2015 e congelato una settimana fa, per il sospetto che Riad potesse utilizzare gli ordigni contro gli Houthi nello Yemen, è stata confermata oggi dal ministro degli esteri, Josep Borrell, a radio Onda Zero. "Saranno consegnati per onorare gli impegni acquisiti" con l'Arabia Saudita, ha detto il ministro. E ha evidenziato che "non è stata riscontrata alcuna irregolarità che impedisse di mettere in pratica" l'accordo.

Il congelamento della commessa aveva rischiato la cancellazione di un'intesa commerciale strategica con Riad, che prevede la fornitura di 5 corvette militari, in costruzione nei cantieri statali Navantia, in Andalusia, mettendo a rischio 6mila posti di lavoro. Ed era stato accolto male dai partiti dell'opposizione e dalla Gunta dell'Andalusia, a guida socialista. Borrell ha ammesso che la sospensione della fornitura delle armi avrebbe potuto compromettere il resto delle relazioni commerciali con Riad. L'Onu ha lanciato recentemente un appello a tutti i Paesi dall'"astenersi dal fornire armi che possono essere utilizzate nel conflitto in Yemen", costato finora 10mila vittime. Ma solo pochi Stati hanno adottato misure contro la coalizione dei Paesi guidata da Riad. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo