Libano: al via Forum arabo, ma leader arabi disertano

Pesa il clima di tensione con la Libia

18 gennaio, 11:47

(ANSAmed) - BEIRUT, 18 GEN - Si apre oggi a Beirut il Forum arabo per l'economia e lo sviluppo ma soltanto due dei numerosi capi di Stato partecipano all'evento, che si svolgerà fino a domenica. Media libanesi affermano che il presidente libanese Michel Aoun ha espresso tutto il suo disappunto per la mancata presenza di suoi colleghi arabi. Soltanto la Mauritania e la Somalia sono i Paesi arabi rappresentati dalle massime cariche dello Stato.

Gli altri hanno preferito inviare delegazioni ministeriali di secondo o terzo livello. Le ragioni per quello che la stampa di Beirut già definisce un "flop" sono attribuite alle scarse garanzie di sicurezza offerte dalle autorità libanesi ai leader arabi. Ha pesato su questo il clima di tensione tra il Libano e la Libia, la cui partecipazione è stata respinta da Beirut a seguito delle accuse rivolte dal leader del parlamento Nabih Berri, erede politico dell'imam sciita Musa Sadr scomparso in Libia nel 1978 e per la cui sparizione si accusa il governo di Tripoli. I seguaci di Berri hanno minacciato di attaccare fisicamente i delegati libici, hanno rimosso le bandiere libiche dal viale che a Beirut porta alla sede del Forum arabo e hanno detto di esser pronti a interrompere la strada che collega la città all'aeroporto internazionale, dove da ieri sono atterrate le delegazioni arabe. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo