Khashoggi: Turchia torna a chiedere estradizione dei killer

Dopo accuse esperti Onu, 'Riad provi che vuole fare giustizia'

08 febbraio, 17:13

(ANSAmed) - ISTANBUL, 8 FEB - Dopo le accuse dell'Onu, la Turchia torna a chiedere l'estradizione dei sospetti assassini di Jamal Khashoggi. Facendo riferimento alle dichiarazioni della relatrice speciale delle Nazioni Unite sulle esecuzioni extragiudiziali, Agnes Callamard, il capo della comunicazione presidenziale di Ankara ha sottolineato come "le conclusioni della Turchia siano in linea con quelle" degli esperti Onu.

Secondo Callamard, l'omicidio del reporter saudita lo scorso ottobre nel consolato di Riad a Istanbul è stato "brutale e premeditato" da funzionari sauditi. "La totale mancanza di trasparenza sul caso è profondamente preoccupante e deleteria per la credibilità" di Riad, ha commentato il portavoce di Ankara, Fahrettin Altun, sostenendo che l'eventuale estradizione sarebbe una "prova della volontà di servire la causa della giustizia". Finora, il Regno ha però fermamente respinto la richiesta turca.

Anche Callamard ha denunciato la mancanza di trasparenza da parte di Riad nella vicenda Khashoggi, rivelando che lo scorso 31 gennaio si è tenuta in Arabia Saudita, all'insaputa della comunità internazionale, la seconda udienza del processo agli 11 imputati accusati di coinvolgimento nell'omicidio del giornalista. La relatrice afferma di essere stata informata di questa udienza da fonti "credibili" durante la sua visita della scorsa settimana in Turchia. La mancanza di trasparenza rispetto al processo rafforza le perplessità internazionali sulla credibilità della giustizia di Riad, ha osservato.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo