Usa accusano, c'è Iran dietro attacco petroliere saudite

Parlamento Teheran, malizia Israele. Zarif, copione già visto

14 maggio, 17:17

Una delle due petroliere saudite attaccate domenica al largo del porto di Fujairah Una delle due petroliere saudite attaccate domenica al largo del porto di Fujairah

NEW YORK - Ci sarebbe l'Iran dietro all'attacco alle due petroliere saudite. Secondo quanto riferito da funzionari americani citati dai media, le valutazioni preliminari delle forze armate statunitensi indicherebbero che l'esplosivo usato contro le navi sarebbe iraniano. Le navi sono state sabotate in acque territoriali degli Emirati Arabi Uniti e proprio gli Emirati hanno chiesto agli Stati Uniti il loro aiuto nelle indagini.

Invece per il Parlamento iraniano l'esplosione domenica di quattro tra navi cargo e petroliere al largo del porto di Fujairah negli Eau è il frutto della "malizia di Israele". È l'accusa lanciata dal portavoce dell'ufficio di presidenza del Parlamento Behruz Nemati, citato dall'Irna, riferendo le conclusioni di una sessione a porte chiuse tenutasi oggi nell'Assemblea di Teheran per discutere l'accaduto. La posizione ufficiale dell'Iran, ha aggiunto Nemati, resta comunque quella espressa ieri dal ministero degli Esteri, che ha denunciato i rischi di "cospirazioni malevoli" e "dell'avventurismo di stranieri" che mirano a destabilizzare la regione.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo