Siria: Erdogan, basta raid di Assad su Idlib o agiremo

Ong, 28 persone uccise in ultimi raid nel nord-ovest del Paese

14 giugno, 18:03

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

ISTANBUL - "Per noi non è possibile restare in silenzio mentre le nostre torri di osservazione vengono attaccate" a Idlib dal regime di Bashar al Assad, e se questi attacchi proseguiranno "faremo ciò che è necessario". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, parlando con i giornalisti prima di partire per il Tagikistan.

"Vogliamo che la pace prevalga e che finiscano le morti", ha aggiunto Erdogan, sostenendo che senza l'intervento di Ankara nel dialogo con Mosca "in questo momento la situazione sarebbe molto diversa" e ci sarebbe stata un'ulteriore ondata di "quasi 3 milioni" di rifugiati dal nord della Siria verso la Turchia, dove già sono ospitati oltre 3,5 milioni di profughi siriani.

E' di 28 persone uccise, tra cui 7 civili, il bilancio delle ultime 24 ore di raid aerei russi e governativi siriani nel nord-ovest del paese, secondo quanto affermato dall'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), che si avvale da anni di una fitta rete di fonti e ricercatori su terreno.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo