Tunisia:pubblicata su web lista martiri e feriti rivoluzione

Comitato famiglie chiede pubblicazione su Gazzetta ufficiale

09 ottobre, 11:43

(ANSAmed) - TUNISI, 9 OTT - Il Comitato delle famiglie dei martiri e feriti della rivoluzione ha deciso di pubblicare la lista definitiva delle vittime sul sito web del Comitato per i diritti umani e le libertà fondamentali (Csdhlf). Lo ha annunciato il suo presidente, Taoufik Bouderbala, martedì pomeriggio, precisando che i membri del Comitato hanno espresso l'auspicio che il primo ministro ordini al più presto la pubblicazione di detta lista sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica tunisina (Jort) al fine di garantire i diritti delle persone interessate.

Il Comitato ricorda di aver lavorato su questo tema dal 2013 al 2018 con professionalità e neutralità e di aver tenuto migliaia di riunioni sull'argomento. I suoi membri hanno visitato tribunali, istituzioni e strutture legate alla questione dei martiri e feriti dalla rivoluzione in diverse regioni. Il Comitato ha dichiarato in una nota di aver presentato il suo rapporto finale contenente l'elenco finale dei martiri e feriti della rivoluzione, il 2 aprile 2018 al Presidente della Repubblica, il 13 aprile al primo ministro e il 17 aprile al presidente del Parlamento, conformemente alle disposizioni dell'articolo 6 del decreto 1515 del 2013.

La pubblicazione dell'elenco nel Jort è soggetta a procedure legali che devono essere supervisionate dal primo ministro. Il presidente del Comitato ha inviato l'elenco, il 27 agosto 2018, ai servizi del consulente legale e alla legislazione per la sua pubblicazione nel Jort, afferma la nota. La pubblicazione della lista consente alle parti interessate di adottare le misure legali, compresi i ricorsi.

L'unica figura legalmente autorizzata a pubblicare questo elenco è il primo ministro, ha dichiarato il Comitato superiore per i diritti umani e le libertà fondamentali in una dichiarazione. "Nonostante la promessa fatta alle famiglie delle vittime di pubblicare l'elenco nel gennaio 2019 e nonostante i ripetuti appelli della società civile, il primo ministro non ha saputo rispettare i suoi impegni" si legge nella nota.

Le famiglie delle vittime hanno condotto diverse campagne mediatiche e hanno osservato movimenti di protesta per chiedere la pubblicazione dell'elenco finale dei martiri e feriti della rivoluzione nella gazzetta ufficiale, nonché di dare attuazione al decreto n. 97 relativo al risarcimento delle vittime. Una denuncia è stata presentata all'Autorità per l'accesso alle informazioni, chiedendo al Comitato di fornire alle famiglie delle vittime una copia dell'elenco ufficiale dei martiri e feriti della rivoluzione.

La Camera di appello del tribunale amministrativo ha emesso una sentenza a loro favore nel giugno 2019 dopo la domanda presentata dal Csdhlf contro tale richiesta.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo