Siria: Erdogan, se Ue ci ostacola mandiamo i profughi

Conquistati primi due villaggi curdi, uccisi 109 terroristi

10 ottobre, 13:24

ISTANBUL - Se l'Ue ci accuserà di "occupazione" della Siria e ostacolerà la nostra "operazione" militare, "apriremo le porte a 3,6 milioni di rifugiati e li manderemo da voi". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, parlando ai leader provinciali del suo Akp.

A meno di 24 ore dall'inizio dell'operazione militare 'Fonte di pace' nel nord-est della Siria, "109 terroristi sono stati uccisi" dai raid della Turchia, ha annunciato Erdogan, riferendo anche di diversi miliziani curdi "feriti" e altri che si sono "consegnati" all'esercito turco e ai suoi alleati locali.

"Due villaggi sono stati liberati dai terroristi a ovest di Tal Abyad", uno dei principali punti d'accesso dell'incursione turca. Si tratta delle prime aree curde passate sotto il controllo di Ankara dall'inizio dell'operazione, riferiscono fonti militari di Ankara. I villaggi, occupati dai miliziani locali cooptati da Ankara dell'Esercito siriano libero (Esl), sono quelli di Yabse e Tal Fander, che erano stati oggetto di bombardamenti turchi nelle scorse ore.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo