Turchia, Grecia viola diritti dei rifugiati ma l'Ue accusa noi

Cavusoglu a conferenza su Siria. 'Europa rispetti suoi valori'

30 giugno, 15:24

Il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu Il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu

BRUXELLES - "La Grecia continua a violare i diritti dei richiedenti asilo, respingendoli e cercando di mantenerli nei campi in condizioni disumane, e la cosa più preoccupante è che l'Unione non reagisce a queste violazioni e accusa la Turchia, quindi chiediamo all'Unione di rispettare i proprio valori universali e il diritto internazionale". Lo ha detto il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu partecipando alla quarta conferenza di Bruxelles 'Sostenere il futuro della Siria e della regione', co-presieduta dall'Unione europea e le Nazioni Unite.

"E' importante la nostra cooperazione con l'Unione per gestire i rifugiati siriani, ma bisogna accelerare la messa a disposizione dell'aiuto e che sia più rapido, quindi proponiamo di aumentare il sostegno ai siriani", ha aggiunto Cavusoglu.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo